Vito Mancuso

Vito Mancuso è un teologo laico. Ha insegnato presso la facoltà di Filosofia dell'università San Raffaele di Milano e all'università degli studi di Padova. Il suo ultimo libro è Io amo. Piccola filosofia dell’amore (Garzanti 2014). Tra gli altri suoi lavori: Hegel teologo (1996), Il dolore innocente (2002), L'anima e il suo destino (2007), Io e Dio (2011), Obbedienza e libertà (2012), Il principio passione (2013). Insieme a Eugenio Scalfari ha scritto Conversazioni con Carlo Maria Martini, ha disputato per iscritto con Corrado Augias (Disputa su Dio e dintorni) e Paolo Flores D’Arcais (Il caso o la speranza?); con l’alpinista Nives Meroi ha pubblicato Sinai. La montagna sacra raccontata da due testimoni d’eccezione. In Germania è uscita una monografia sul suo pensiero (Essentials of Catholic Radicalism. An Introduction to the Lay Theology of Vito Mancuso, Peter Lang, Frankfurt am Main 2011). I suoi scritti sono tradotti in più lingue. Dirige per Garzanti la collana «I Grandi Libri dello Spirito». Dal 2009 è editorialista del quotidiano La Repubblica.

#La religione vive lo strano paradosso di essere una delle cose più intime che vi sia, pari quasi alla sessualità, e di aspirare al contempo a uno spazio pubblico e a tanta pubblicità: come si esce da questo paradosso?