Vando Borghi

Docente di Sociologia dello sviluppo e Sociologia dell’organizzazione all’Università di Bologna. Le sue ricerche, condotte su terreni empirici differenti – lavoro, disoccupazione e vulnerabilità, politiche della cultura, trasformazioni della critica – sono riconducibili a un interesse di fondo per le “basi sociali della democrazia”: come si formano e come si distruggono le condizioni per l’esercizio effettivo della partecipazione democratica alla vita collettiva? Su questi temi Borghi V., de Leonardis O., Procacci G., a cura di (2013), La ragione politica II. I discorsi delle politiche, Liguori; Borghi, V., Borsari, A., Leoni, G., a cura di (2011), Il campo della cultura a Modena. Storia, luoghi e sfera pubblica, Mimesis; Borghi V., Bifulco L. (2012), Governance, territorio, capacità: le questioni in gioco, in “La Rivista delle Politiche Sociali” n. 4.

#La differenza, contro l'ossessione dell'identico (ad es. la forma merce) e la disuguaglianza (attraverso la de-politicizzazione del sociale)