Derrick De Kerckhove

Sociologo e antropologo belga naturalizzato canadese, vive tra Toronto e Roma. E' considerato l'erede intellettuale di Marshall McLuhan, con cui ha lavorato per oltre 10 anni come traduttore, assistente e coautore. Si occupa di interazione tra corpo e tecnologia, tra media e cultura, tra arte e comunicazione. Ha diretto dal 1983 al 2008 il McLuhan Program in Culture & Technology dell'università di Toronto. E' docente all'università di Toronto e all'università degli studi di Napoli Federico II, dove è titolare degli insegnamenti di Sociologia della cultura digitale e Marketing e nuovi media. È supervisor di ricerca presso il PhD Planetary Collegium M-Node e direttore scientifico della rivista italiana Media duemila. Ha aggiornato e riadattato la teoria dell'intelligenza collettiva del filosofo Pierre Levy al contesto tecnologico delle reti, facendo riferimento alla connessione delle intelligenze come approccio e incontro sinergico dei singoli soggetti per il raggiungimento di un obiettivo. Il suo ultimo libro è Psicotecnologie collettive. Meet the media guru (Egea 2014).

#Una mole sempre crescente di sapere si trova fuori dalla nostra testa, una porzione sempre maggiore di esso viene condivisa