SPAWN, make the game

Palazzo Fabroni

- Concerto, Performance

Istallazione multimediale interattiva per gente, suoni, immagini e dispositivi Deva powersoft.

Concept e realizzazione a cura di Alfonso Belfiore
Configurazione tecnica Roberto Neri,
collaborazione e supporto tecnologico di Giampiero Raschellà - Powersoft.

Rassegna InCONTEMPORANEA a cura di Nadia Tirino, in collaborazione con il Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio statale di musica “L. Cherubini” di Firenze.

Ogni istante della nostra vita, della nostra esistenza, si lega ad un luogo, un luogo dello spazio dove essere è accadere. Un momento che potrà trovare il suo prolungamento, la sua estensione, il suo significato stesso, nella memoria, nella nostra mente. Un legame profondo dunque tra essere, tempo e psiche. La cattura di un'immagine, è forse, l'illusione di avr afferrato uno di quegli istanti, di aver congelato il suo significato, di poter disporre della sua energia, della sua potenza. Così, per il visitatore, la scoperta della propria immagine all'interno dell'opera, immersa nel flusso delle immagini, costituisce la presa d'atto dell'ineluttabile partecipazione del proprio essere alla storia e alla vita, mentre la visione trasfigurata della propria immagine rivela in pieno aspetti nuovi della propria identità vissuta in quel momento quasi con occhi altrui. Le immagini, captate dai Deva, apparecchi della Powersoft, verranno poi rielaborate su un grande schermo, in un flusso di immagini e suoni indipendenti dalla loro volontà.